Il mio background

Dal 2010 ad oggi opera nel web come Content Editor per la Atlas web agency di Amelia e in qualità di libero professionista. Per qualche mese del 2011 partecipa al progetto Wikio Experts pubblicando una decina di articoli.

Fra il 2012 e il 2013 ha scritto più di 200 articoli per tre diversi Content Marketplace che sono stati tutti pubblicati nel web dopo essere stati venduti a terzi e dei quali non può rivendicare la paternità. 

Fra il 2007 e il 2009 frequenta corsi di scrittura con Baricco e con Cerami e il corso per copywriter e redattore di impresa con Scritttura.org.

Nel 2006 consegue la qualifica professionale (post qualifica di Stato) di SEO webmaster: esperto in posizionamento dei siti web nei motori di ricerca. 

Tra il 2002 e il 2005 si occupa di web communication e social networking oltre a fare il consulente ICT per le PMI e per la PA.

Nel 1993 fonda con altri due soci la Congegno produzioni s.r.l. che si occupa di organizzazione di festival, di spettacoli per grandi spazi e produzione multimediale. Nel 2002 la società viene venduta.

Nel 1983 fonda con altri due soci la Danny Rose s.r.l. che si occupa di produzione e management artistico. Tra gli altri cura la produzione discografica e l'attività concertistica di artisti come Ladri di Biciclette, Avion Travel, Mario Venuti, Chet Baker ecc. Nel 1992 la società viene venduta.

Tra il 1978 e il 1982 è responsabile della promozione all'estero per l'Assessorato al turismo della Regione dell'Umbria. Negli stessi anni da vita ad un jazz club/scuola popolare di musica a Perugia e collabora con alcuni articoli alla rivista Sapere diretta da Giulio Maccacaro.
Nel 1981 incontra Dario Fò a Perugia e partecipa all'allestimento del suo nuovo lavoro teatraleStoria della tigre ed altre storie" in qualità di aiuto regista.
Nel 1979 collabora in qualità di produttore esecutivo a un documentario sull'Umbria diretto da Frederic Rossif.

Nel 1977 si è laureato con lode in Scienze Politiche all'Università di Perugia con indirizzo storico-sociale e tesi su "Il turismo sociale e l'arte".